Cuore secco

 
 
Sentivo la brezza del nuovo anno parlarmi di te,
il cielo declinava su me come la coda di un vecchio piano,
ascoltavo le note provenire dalla tua stanza,
le tue dita ,stanchi tasti bianchi,
premevano con forza sul mio cuore,
premevi con forza sul mio cuore.
Quando dai miei occhi cadevano brandelli di lacrime,
ti percepivo come una lunga e desertica strada.
Sentivo una certa malinconia a dividerti col giorno,
come se potessi averti mia soltanto avvolta in me,
ti giacevo accanto come un vecchio vestito,
lasciando il mio corpo esausto dopo la lotta,
mi lasciavi esausta dopo la lotta.
Quando dai miei occhi cadevano brandelli di lacrime,
ti immaginavo danzare su nuvole dense.
Sentivo una certa ostentazione nel tuo accettarmi appena,
come qualcosa di dolorosamente indispensabile,
le tue dita sottili conficcate nel mio cuore,
stremavano il mio cuore secco.
Tu stremi il mio cuore secco.
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: